Visite: 6486

Il percorso del liceo artistico è indirizzato allo studio dei fenomeni estetici e alla pratica artistica. Favorisce l’acquisizione dei metodi specifici della ricerca e della produzione artistica e la padronanza dei linguaggi e delle tecniche relative. Fornisce allo studente gli strumenti necessari per conoscere il patrimonio artistico nel suo contesto storico e culturale e per coglierne appieno la presenza e il valore nella società odierna. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze necessarie per dare espressione alla propria creatività e capacità progettuale nell’ambito delle arti” (D.P.R. 15/03/2010, n. 89, art. 4 comma 1).

ARCHITETTURA E AMBIENTE
ARTI FIGURATIVE

AUDIOVISIVO E MULTIMEDIA

DESIGN ARTE DELLA CERAMICA

Il monte ore settimanale sarà di 34 ore per il biennio e di 35 ore per il triennio.
Il biennio mantiene il carattere propedeutico ed è nostra intenzione continuare a “ costruire “ la scuola intorno e per i bisogni formativi degli alunni. Nel biennio ci saranno iniziative di orientamento, cosi come nel triennio sarà possibile continuare a fare stage in aziende e studi professionali.
Il profilo di uscita dei nostri studenti, di tutti e tre gli indirizzi, si baserà sull’acquisizione di abilità e competenze necessarie per maturare una cultura estetica e capacità progettuali in grado di dare forma alla creatività.
Ad oggi la nostra scuola ha individuato delle indicazioni generali sui saperi di riferimento per quello che saranno gli indirizzi attivati.

Architettura e Ambiente:
E’ intenzione di chi si occupa di questo indirizzo mantenere una preparazione di base della disciplina che garantisca il carattere tradizionale assunto da quanto è stata adottata la sperimentazione del “ Progetto Michelangelo “, ovvero, la formazione di una coscienza e conoscenza del momento costruttivo e delle conseguenze sull’ambiente, dell’architettura e del paesaggio, quali elementi complementari, costitutivi di uno stesso paesaggio antropizzato unitario.

Arti Figurative:
La scuola prevede due opzioni caratterizzanti l’indirizzo Arti Figurative. Vale a dire una distinzione precisa tra Pittura e Scultura secondo le richieste formative che gli alunni e le famiglie vorranno fare. L’indirizzo propone una formazione progettuale coerente con l’opzione fatta, per la produzione di elaborati espressivamente coerenti o di comunicazione visiva.
Opzione Pittura: La sezione sarà orientata al fornire allo studente una metodologia operativa nell’espressione pittorica. In particolare saper organizzare, gestire e visualizzare idee creative personali ( anche con l’ausilio di mezzi informatici ), dalla fase di schizzo all’esecutivo finale.
Opzione di Scultura La sezione sarà orientata sull’acquisizione di una consapevolezza della scultura come elaborazione dello “spazio-luogo”su cui è rivolto l’intervento plastico.
Lo studente dovrà acquisire i codici linguistici e le metodologie operative attinenti alla progettazione e all’esecuzione di opere scultoree.
Tuttavia l’indirizzo è in fase di definizione sia per l’individuazione del profilo in uscita dello studente che per una eventuale opzione caratterizzante rispetto ad una delle due materie che compongono il corso. La riserva verrà sciolta non appena saranno pubblicati dal ministero i regolamenti attuativi e gli specifici piani di studio.

Audiovisivo e Multimedia: La scuola continuerà a costruire un profilo professionale e artistico in continuità con quanto fino ad ora realizzato. Le materie d'indirizzo, Progettazione ed Esercitazione di laboratorio saranno finalizzate a sviluppare capacità di analisi concettuale e sintesi espressiva. Pertanto lo studente nel corso del triennio approfondirà strumenti e tecniche della comunicazione visiva con particolare riferimento ai linguaggi della grafica, fotografia e cinematografia. Per ognuno dei linguaggi si applicherà un iter metodologico che parte da una fase di ricerca, documentazione e analisi; per approdare ad una fase di ideazione e realizzazione personale e creativa.

Design Arte della ceramica: Al termine del percorso liceale lo studente conoscerà e saprà gestire, in maniera autonoma, i processi progettuali e operativi inerenti al design - secondo lo specifico settore di produzione - individuando, sia nell’analisi, sia nella propria produzione, gli aspetti estetici, funzionali, comunicativi, espressivi, economici e concettuali che interagiscono e caratterizzano la produzione di design. Pertanto, conoscerà e sarà in grado di impiegare in modo appropriato le diverse tecniche e tecnologie, gli strumenti e i materiali, le strumentazioni industriali, artigianali e informatiche più diffusi; comprenderà e applicherà i principi e le regole della composizione e le teorie essenziali della percezione visiva. Lo studente avrà inoltre le competenze necessarie per individuare e gestire gli elementi che costituiscono la forma e la funzione, tenendo conto della struttura del prodotto (in base ai materiali utilizzati: ceramico, ligneo, metallico, tessile, vitreo o librario, etc.), avendo la consapevolezza dei relativi fondamenti culturali, sociali, commerciali e storico-stilistici che interagiscono con il proprio processo creativo. Sarà altresì capace di analizzare la principale produzione delle arti applicate del passato e del design contemporaneo, e di cogliere le interconnessioni tra il design e i linguaggi artistici e le interazioni tra gli stessi settori di produzione. In funzione delle esigenze progettuali e comunicative del proprio operato, lo studente possiederà altresì le competenze adeguate nello sviluppo del progetto, nell’uso del disegno  a  mano  libera  e  tecnico,  dei  mezzi  informatici,  delle  nuove  tecnologie,  della modellazione 3D, e sarà in grado di individuare e utilizzare le relazioni tra la forma estetica e le esigenze strutturali e commerciali. La concentrazione sull’esercizio continuo delle attività tecniche ed intellettuali e della loro interazione intesa come progettualità e verifica laboratoriale è fondamentale per il raggiungimento di una piena autonomia creativa; e attraverso la progettualità e l’attività laboratoriale, ricercando le necessità della società e analizzando la realtà in tutti gli aspetti in cui si manifesta, lo studente coglierà il ruolo ed il valore culturale e sociale del design. Sarà in grado, infine, di padroneggiare le tecniche grafiche, geometriche e descrittive e le applicazioni informatiche di settore; di gestire l’iter progettuale di un prodotto di design, dalle esigenze del mercato alla realizzazione del prototipo, passando dagli schizzi preliminari, dai disegni definitivi, dal bozzetto, dall’individuazione, la gestione e la campionatura dei materiali, dalla elaborazione digitale e materiale, dal modello, coordinando i periodi di produzione scanditi dal rapporto sinergico tra la progettazione ed il laboratorio.

 

Torna su